Homepage  I percorsi  |  Storia e cultura  |  Galleria foto   Prossimi eventi |   Contatti |    Links |  





CONSULTA RNMS DEL 13 DICEMBRE 2003
              
                          

Il giorno 13/12/2003 si è riunita la Consulta della Riserva Naturale del Monte Soratte a Sant’Oreste.

Erano presenti:
Il Sindaco del Comune di Sant’Oreste, Sig. Mario Segoni
Il Vice Sindaco Sig. Giovanni Fidanza
L’Associazione Pro Loco di Sant’Oreste
L’Associazione Avventura Soratte
Il Direttore scientifico Dr. Pessolano è stato impossibilitato a partecipare.

Come primo punto si è affrontato il problema del Museo della Riserva che, d’accordo con il Direttore scientifico del Museo, dovrebbe proporre una serie di iniziative culturali con il coinvolgimento delle scuole e della popolazione. I presenti alla riunione vengono informati dell’intenzione dell’Assessorato Ambiente della Provincia di Roma di finanziare un progetto per la realizzazione di uno show-room all’interno delle sale del Palazzo Caccia Canali inteso come un ambiente espositivo di prodotti tipici locali e del territorio, dove il Comune di Sant’Oreste rappresenterebbe il Comune “capofila”.

Il Sindaco informa dell’intenzione di realizzare un consorzio che dovrebbe gestire la Riserva del Monte Soratte, il Museo della Riserva, alcuni terreni comunali ed alcuni ambienti del Monastero Madonna della Grazie sul Soratte. Nel consorzio dovrebbero partecipare il Comune, la Provincia e Associazioni locali. La proposta è stata presentata nell’ultimo Consiglio Comunale.

Sempre il Sindaco accenna ad un progetto di gestione della navigabilità del Tevere utilizzando i battelli attualmente stanziati presso la riserva Tevere Farfa al fine di unire le due riserve attraverso un corridoio fluviale facendo partire i battelli anche dal porticciolo di Sant’Oreste e programmando il collegamento con il paese attraverso mezzi di trasporto.

Il vice Sindaco appoggia la proposta di organizzare un corso di formazione a carattere storico naturalistico attraverso il quale giovani di Sant’Oreste saranno in grado di svolgere una attività di guida turistica all’interno della Riserva e del territorio limitrofo.

L’Associazione Avventura Soratte nel corso della riunione ha avanzato una richiesta di utilizzo di automezzi pubblici messi a disposizione dalla Provincia per la Riserva del Soratte.

L’Associazione Proloco informa che nella Riserva sono previsti lavori di realizzazione, con la collaborazione del Comitato Madonna di Maggio, di due bagni esterni adiacenti al Monastero della Madonna delle Grazie, il restauro delle tre cappelle lungo la strada pedonale che arriva in cima al Monte, il rifacimento del tetto della Chiesa di Santa Lucia e della torre campanaria di fronte alla chiesa di San Silvestro da utilizzare come centro di informazione e punto di osservazione panoramico.

Entro i primi mesi del prossimo anno è prevista l’apertura al pubblico della ex zona militare con orari e giorni stabiliti e l’inizio dei lavori della foresteria nelle ex caserme militari.

Il vice sindaco rende noto che il Comune di Sant’Oreste sta sollecitando la realizzazione del Piano di Assetto della Riserva.

Per quanto riguarda i rapporti di gemellaggio con il paese di Begues - all’interno del Parco del Garraf – il Sindaco conferma il grande successo che ha riscontrato l’iniziativa promossa dal Comune di Sant’Oreste, in collaborazione con la Caritas di Rignano Flaminio ed il Comune di Begues nella ristrutturazione dell’orfanotrofio di Postavi in Bielorussia. L’iniziativa sarà ripetuta questa volta con la realizzazione di un progetto presentato dal Comune di Begues che coinvolgerà il Comune di Sant’Oreste nel rifacimento di una lavanderia adiacente all’orfanotrofio di Postavi. Viene reso nota dal vice Sindaco l’intenzione di invitare la prossima primavera i cittadini di Begues a Sant’Oreste per visitare il paese ed i giardini del Vaticano.


tutte le fotografie copyright © Carlo Portone

sito ottimizzato alla risoluzione di 1024x768 pixel