Homepage  I percorsi  |  Storia e cultura  |  Galleria foto   Prossimi eventi |   Contatti |    Links |  





CONSULTA RNMS DEL 19 GENNAIO 2002
                    

Resoconto della Riunione della Consulta della Riserva naturale del Monte Soratte.


La Consulta della Riserva Naturale del Monte Soratte si è riunita Sabato 19/01/02 presso i locali della Proloco.

Erano presenti:
- per il Comune di Sant'Oreste: l'Assessore alla Riserva,
- per la Provincia di Roma: il Responsabile della Riserva
- per le associazioni: Legambiente-Flaminia, Proloco e Avventura Soratte.

Nel corso della riunione si sono affrontati i seguenti temi:

A)  L'organizzazione dei prossimi campi internazionali di Legambiente che dovrebbero svolgersi in collaborazione con l'Associazione Avventura Soratte, il Comune di Sant'Oreste e la Provincia di Roma nella seconda metà del mese di luglio considerato il buon esito dell'anno precedente.
A differenza dello scorso anno la proposta dovrebbe arrivare dalla Legambiente Nazionale anziché dal Circolo Legambiente Flaminia di Rignano Flaminio.

B)  La visita prevista del Direttore del Parco Naturale del Garraf (Barcellona) nella nostra riserva per il giorno 26 e 27 gennaio 2002. L'incontro con il Direttore del Garraf prevederà anche una visita alla Riserva Naturale di Tevere-Farfa di Nazzano.

C)  La presentazione della proposta del piano di assetto della Riserva Naturale del Monte Soratte e della perimetrazione definitiva considerando l'esigenza di un collegamento funzionale con la riserva Tevere-Farfa attraverso la creazione di corridoi ecologici.
La Consulta della Riserva Naturale del Monte Soratte, a seguito della lettera del 6 dicembre 2001, con la quale l'Assessore alla Riserva chiedeva suggerimenti e proposte da esaminare dall'Amministrazione comunale e trasmettere ai tecnici incaricati dalla Provincia di Roma della redazione del piano d'assetto, il cui completamento è previsto per il maggio 2002, ha deliberato le proposte allegate, in ordine ai contenuti auspicabili del piano d'assetto ed alla perimetrazione definitiva dell'area protetta.

Allegati:
1)  proposte per il piano di assetto
2)  proposta di perimetrazione definitiva

Allegato 1

1) PROPOSTE PER IL PIANO DI ASSETTO

Il piano d'assetto terrà conto del  valore conservativo della Riserva e quindi caratterizzerà tutte le scelte inerenti alpiano, coniugando la dove è possibile gli aspetti di recupero di particolari elementi della Riserva stessa.
Data la particolarità della formazione geologica il piano terrà presente questi aspetti insieme alle rilevanze vegetazionali, faunistiche, storico culturali. Si occuperà in modo particolare del risanamento ambientale delle zone ex cave  e delle zone di estrazione, dislocate in vari punti del territorio delle Riserva in primis per acquisire alla proprietà pubblica gli immobili esistenti e quindi per stabilire le possibilità di un recupero come zone di Archeologia industriale e di alcune come zone di recupero per centri di accoglienza e di allestimento museale.
Attività di bonifica degli impianti di antenne esistenti alla sommità del monte.


ATTIVITA' CHE SI SVOLGONO NELLA RISERVA:

Centro di accoglienza religiosa presso la struttura della Madonna delle Grazie.
Attività di parapendio presso il prato dell'antica Abbazia di S.Silvestro.
Attività di roccia presso una palestra allestita vicino all'eremo di Sant'Antonio.
Ufficiatura Domenicale della Chiesa della Madonna delle Grazie.
Escursione lungo i percorsi con visite guidate e non. I percorsi più utilizzati sono: il percorso Vita, il Percorso delle Carbonare, il Percorso degli Eremi,
Manifestazione religiosa in occasione della festa della Madonna delle Grazie in Aprile. Grande afflusso.
Fiaccolata al Monte Soratte che si svolge ogni anno nell'ultima Domenica di Maggio.
Attività di ricerca speleologica


IMMOBILI ESISTENTI ALL'INTERNO DELLA RISERVA

Gli storici Eremi: S. Lucia - S. Antonio - S. Maria delle Grazie - S. Sebastiano - S. Romana, San Silvestro e Casaccia dei Ladri. Vecchi bottini dell'acqua (da recintare e chiudere).
Acquedotto privato che rifornisce la struttura di accoglienza religiosa sul monte Piccolo bottino d'acqua all'esterno della Madonna delle Grazie.
Magazzino di raccolta materiali edili presso la Cava di Monte Piccolo.
Fontanile d'acqua lungo la strada sotto gli attuali bottini.


PROPOSTE

Protezione delle zone ornitologiche
Osservatorio astronomico lungo la strada che va a S. Silvestro per mettere in condizione ragazzi e studiosi di raggiungerlo.
Recupero della Torre prospiciente la Chiesa di S. Silvestro per la creazione di una piccola zona espositiva e di accoglienza per i visitatori della Chiesa
Recupero delle Cappellette lungo la strada che conduce al Soratte, quale testimonianza storica di devozione e come punti sosta in caso di maltempo.
Acquisizione dell'acquedotto privato che permetterebbe di creare più punti d'acqua, anche al fine di prevenzione degli incendi.
Recupero e restauro del patrimonio storico diffuso sul monte.
Chiusura al traffico della strada di servizio al Soratte con possibilità di aprirla solo in particolari occasioni  e per gruppi in particolare.
Recinzione, messa in sicurezza e segnalazione della zona doline carsiche(meri).
Risanamento del percorso verso Santa Romana dallo scorrere dei materiali della fossa biologica (la costruzione del depuratore è già in corso).
Creazione dei percorsi per disabili (ciechi).
Recupero della Grotta di S. Lucia consentendo un accesso sicuro ed un sistema che consenta di raccontare all'esterno le particolarità di questa grotta.
Chiusura del percorso Vita.
Recupero dell'area privata nel bosco di S. Romana, in abbandono.

ATTIVITA' CULTURALI

Attività teatrale in una cava recuperata
Centro di accoglienza nella zona ex cava


EDUCAZIONE AMBIENTALE

Stimolare le scuole ad organizzare attività in tal senso affidandogli l'importante incarico di studio e di ricerca.


PREVENZIONE ANTINCENDI

L'incendio è una delle emergenze particolari per la difficoltà di intervento. Molti anni fa il monte era zona di pascolo ed allora più pulito il sottobosco perché pecore e capre brucavano tutto. Oggi non è più così però occorre per le zone a rischio prevedere delle soluzioni alternative nell'adozione di quelle tecniche di difesa studiate proprio per gli incendi.


AFFLUSSO

Afflusso maggiore viene nei mesi invernali e primaverili sino a giugno.
E' un afflusso domenicale ed anche infrasettimanale.
Afflussi record il Lunedì di Pasqua, il I° maggio.
Fino a qualche anno fa un servizio di volontariato seguiva gli escursionisti ed addirittura li censiva dando così interessanti dati sull'afflusso.

Allegato 2

2)  PROPOSTA DI RIPERIMETRAZIONE DEFINITIVA

La perimetrazione definitiva della Riserva, da effettuarsi contestualmente al piano d'assetto, dovrà rispondere a due esigenze, finalizzate allo sviluppo e alla valorizzazione dell'area protetta:
a)  collegamento funzionale alla Riserva Tevere Farfa
b)  inserimento di aree di particolare pregio ambientale e culturale.

E' da tener presente che il Consiglio comunale di Sant'Oreste ha deliberato, nel febbraio 1998, l'estensione della Riserva al centro storico del paese e, come zona B, del territorio fino al fiume.

Si propone, pertanto:

sub a)  di definire due "corridoi ecologici" da inserire come zona B della Riserva:
il primo, (per quanto possibile su terreni di proprietà comunale) dal versante Nord del Monte fino al fiume, in località Polverino, dove è stato realizzato un porticciolo per il servizio di navigabilità del Tevere.
Esso è l'unico punto di contatto tra il territorio di Sant'Oreste e il Tevere.
Il secondo, che congiunga l'estensione proposta dal Fosso di S. Francesco ai cosiddetti 4 confini (confine con il Comune di Nazzano).

sub b) di inserire in zona A:
1)  il centro storico del paese, entro i tre archi (Porta Valle, Porta Costa, Porta la Dentro)
2)  il Monte Antico e l'adiacente Forra del Rio Scuro (Fosso di S.Francesco)
3)  la Chiesa di S. Maria Hospitalis e l'adiacente area (loc.Giardino) di rilevante interesse archeologico
 
Sant'Oreste, 19 gennaio 2002




tutte le fotografie copyright © Carlo Portone

sito ottimizzato alla risoluzione di 1024x768 pixel